IL PROGETTO

Il Progetto Culturale Pitigliano-Gerusalemme è ideato e promosso dalla Diocesi di Pitigliano-Sovana-Orbetello,   con sede  a Pitigliano (Gr), Piazza Fortezza Orsini, n. 25, nella  persona  del Vescovo e affidato nella realizzazione – per la parte competente – al Direttore dell’Ufficio Beni Culturali della Diocesi, con la collaborazione degli Uffici Pastorali.

Il Progetto è stato ideato nel 2014, siglato nel 2015 e realizzato congiuntamente – almeno in alcune delle proposte – con l’Associazione La Piccola Gerusalemme di Pitigliano e dal 2016 con l’Associazione Italia-Israele.

Mediante la realizzazione del Progetto, si propone di valorizzare Pitigliano – conosciuta nel mondo con il nome di La Piccola Gerusalemme – e il suo territorio, oltre che il suo tessuto sociale; di promuovere la cultura e la storia locali come anche il territorio diocesano; di realizzare un contatto – possibilmente permanente – tra Pitigliano e Gerusalemme, fondato su antiche relazioni legate alla convivenza e alla collaborazione tra i membri della comunità civile e religiosa cristiana cattolica e ebraica.

A Pitigliano, autentica «città rifugio» (arè miqlàt) per gli ebrei, si svilupparono sin dal Cinquecento straordinarie condizioni di rispetto, di convivenza e di tolleranza reciproca tra la popolazione ebraica e quella cristiana, tanto da far parlare opportunamente di «Piccola Gerusalemme», come si cominciò a designare nell’Ottocento. La comunità ebraica contribuisce enormemente allo sviluppo della città e della contea, integrandosi radicalmente con tutta la popolazione totalmente cristiana.

Il primo episodio storicamente rilevante di integrazione, avvenne alla fine del sec. XVIII. Dopo alcuni sussulti antiebraici, con una vittima nel 1799, viene ricordato dalle cronache che «la popolazione – sembra capeggiata da alcuni religiosi cattolici – fa giustizia sommaria di una banda di soldati del “Viva Maria”, che aveva l’intendimento di attuare una scorreria nel ghetto», impedendo ritorsioni e soprusi.

Durante la seconda guerra mondiale gli ebrei del paese si dispersero nelle campagne, dove malgrado i rastrellamenti poterono contare su una vasta rete di solidarietà brillando per il loro sostegno ed aiuto tanti pitiglianesi cristiani, compresi il Vescovo e le chiese. Nel 2002, lo stato di Israele ha conferito l’altissima onorificenza di Giusti fra le nazioni, ad alcuni cittadini di Pitigliano.

Il Progetto Culturale Pitigliano-Gerusalemme, insieme a tutte le iniziative, ha esclusivamente finalità culturale, di valorizzazione e di promozione sociale, professionale e umana. Il Progetto nel suo insieme e nelle sue parti esclude ogni riferimento o finalità politica.

VEDI IL PROGETTO:

ITALIANOProgetto 2015 Italiano

ENGLISHProject 2015 English

banner